Ebook – i più sottolineati del 2014

By aprile 9, 2015News

Prima di parlare di ebook, è bene parlare di libri.

oyster-app-brings-ebook-library-to-your-pocket-166a57fa4f

Mark Zuckerberg si è prodigato in un superlativo spot per il libro lanciando un vero e proprio club di lettura: a prescindere dagli impegni – secondo noi pochi e sparuti – si è promesso di leggere almeno due libri al mese.

Larry Page, co-fondatore di Google, qualche annetto fa ha espresso al New York Times la propria meraviglia nell’aver scoperto che nei libri è contenuta più conoscenza di quella reperibile con Google.

Russ Grandinetti è il Direttore operativo Kindle di Amazon. Definito dal “Guardian” l’uomo più potente dell’industria del libro, Grandinetti sostiene da che il libro è la tecnologia più resiliente e sexy che esista. Anche per Amazon il libro resterà a lungo nel patrimonio genetico dei media.

Salvador Dalì ha letto il “Grande Gigante Gentile” di Roald Dahl e lo trova insostituibile.

Grazie a tutte queste testimonianze e, nonostante la concorrenza spietata delle nuove tecnologie, possiamo affermare con gioia (si, siamo nostalgici e romantici) che il 2015 è iniziato bene per il libro. I dati testimoniano che le librerie non perdono il loro fascino, a dimostrazione di questa tesi Foyles, la più grande libreria di Londra – da poco trasferitasi in nuovi e più spaziosi locali – ha registrato un aumento delle vendite dell’8%.

Non ce la sentiamo di dare ragione a James Daunt, Direttore della catena di librerie Waterstone, quando ha dichiarato al “Telegraph” che “Il libro è tornato, il Kindle è morto” però questa suggestione un po’ ci piace…

E ora parliamo di E-book.

Noi non siamo contro, ci teniamo a sottolinearlo. Semplicemente pensiamo che sia bene che tradizione e innovazione coesistano e che certi simboli, come il libro, non si estinguano mai.

E, a tal proposito, oggi si parla di Amazon che per il secondo anno consecutivo ha rivelato i titoli degli ebook e le frasi più sottolineate dai lettori lo scorso anno e noi, non avendo nessunissima idea di cos’altro parlare, abbiamo fatto copia e incolla e partorito un articolo.

E allora iniziamo con la classifica:

In decima posizione troviamo la biografia (autorizzata) di Steve Jobs e scritta da Walter Isaacson. Un libro che ha ispirato tantissimi di noi e in cui si possono trovare frasi veramente forti come questa «Gli insegnai che, se si agisce come se si fosse in grado di fare qualcosa, quel qualcosa si realizza. Gli dissi: fa’ finta di avere il controllo assoluto della situazione e la gente penserà che tu ce l’abbia davvero».

Alla Numero 9, Tiziano Terzani con “Un altro giro di giostra”. L’ultimo libro scritto da Tiziano Terzani: un resoconto degli ultimi viaggi, dall’America all’India, la ricerca di una cura per il cancro e il racconto di un percorso dentro di sé.  Il passaggio più sottolineato del libro è questo: «E quindi, se ci fosse un letto di rose, sarebbe una benedizione o una maledizione? Forse una condanna, perché se uno vivesse senza mai chiedersi il perché per il quale vive, perderebbe una grande opportunità. E solamente la sofferenza spinge a porsi questa domanda».

In ottava posizione torna l’auto-aiuto con “Il potere di adesso” di Eckhart Tolle. La tesi di questo libro, pubblicato in Italia da My Life, è che l’autentico potere umano si trova nel qui e ora. E che anche il corpo è una delle chiavi per entrare in uno stato di pace interiore, così come lo sono il silenzio e lo spazio intorno a noi. Il passaggio più sottolineato: «Prima accetta, poi mettiti in azione. A prescindere da cosa racchiuda il presente, accettalo come se lo avessi scelto. Collabora sempre, non agire contro di esso. Fattelo amico e alleato, non nemico. Tutto questo trasformerà miracolosamente la tua vita».

Ci inchiniamo di fronte alla posizione numero 7, perchè con Victor Hugo e “I Miserabili” non si può fare altro. La grande letteratura quindi fa il suo ingresso nella classifica con un romanzo senza tempo. La frase più sottolineata: «Il mondo confonde le stelle disegnate dai piedi delle anatre sul fango con le vere stelle che brillano nella profondità del cielo».

In sesta posizione il libro più difficile che abbiamo mai provato a leggere: Francesco De Nobili, “SEO Google, Guida al web marketing con gli strumenti di Google”. Un manuale pratico per capire e usare immediatamente le principali tecniche – utili non solo alle aziende, ma soprattutto per siti aziendali e blog personali – che consentono di rendersi più visibili in Rete.  

Tra le prime cinque, T. Colin Campbell e Thomas M. Campbell II che pensiamo siano parenti e hanno scritto “The China Study”. Il lavoro è enorme: uno studio monumentale sulle relazioni tra dieta e malattia.

Numero 4. Robert B.Cialdini con “Le armi della persuasione”. B. Cialdini, professore di psicologia all’Arizona State University, ci racconta e descrive i sei schemi fondamentali che portano gli altri a dire «sì».

E ora saliamo sul podio, in terza posizione con Daniel Kahneman e i suoi  “Pensieri lenti e veloci” con cui indaga la mente umana e il modo in cui ragiona. La frase più sottolineata: «Un modo sicuro di indurre la gente a credere a cose false è la frequente ripetizione, perché la familiarità non si distingue facilmente dalla verità».

Ce la stava per fare ma ha perso per una pagina: Dale Carnegie con “come trattare gli altri e farseli amici nell’era digitale” è arrivato secondo. Si vede che non ha saputo trattare del tutto con i propri lettori. Dale Carnegie (1888-1955), è stato uno scrittore e conferenziere americano, ideatore di numerosi corsi di auto-miglioramento, formazione aziendale, gestione delle relazioni interpersonali. Il passaggio più sottolineato del libro è: «La critica è inutile perché pone le persone sulla difensiva e le induce immediatamente a cercare una giustificazione. È pericolosa perché ferisce l’orgoglio della gente, la fa sentire impotente e suscita risentimento».

 

E ora veniamo al libro più sottolineato del 2014. Vince Napoleon Hill con “Pensa e arricchisci te stesso”, basato sul principio che la mente umana può conseguire tutto quanto è in grado di concepire, il saggio suggerisce tecniche, anche pratiche, per raggiungere la realizzazione.  La frase più sottolineata dell’ebook: «Chiunque voglia riuscire a vincere in un’impresa, deve essere disposto a bruciare le sue navi e tagliare i ponti per impedirsi di tornare sui suoi passi. Solo così facendo si può assicurare di mantenere lo stato mentale di “ardente desiderio di farcela”, che è essenziale per il successo».

La classifica è finita e purtroppo non siamo riusciti a leggere nessuno di questi libri. La tecnologia ci ha puniti: avevamo la batteria scarica…

 


admin

Bio admin

© 2018 Almacreativa. Tutti i diritti riservati.