Digital trend 2018: ecco perché acquisterete sempre più da Facebook e Instagram.

By maggio 3, 2018News

Non solo storie, hashtag e altissimi momenti di invidia per le vite altrui: tra i digital trend di questo nuovo anno, i social svilupperanno sempre più le loro piattaforme eCommerce.

Parliamo in questo caso di Facebook e di Instagram, tra i social network più utilizzati in Italia. Facebook, con una penetrazione nel Bel paese (e nei nostri smartphone) del 60%, è secondo infatti solo a Youtube. Lo segue a ruota Instagram che, con una diffusione del 33% (dopo Whatsapp e Facebook Messenger), resta di fatto in seconda posizione, essendo proprietà di Facebook.

Digital Trend 2018

Fatte le dovute premesse, veniamo al sodo: Facebook è il social che non solo ha cambiato il modo di accedere alla rete, ma ha inciso profondamente sullo shopping online. Era il lontano ottobre 2016 quando la piattaforma di Zuckerberg si inserì ufficialmente anche nel mercato online, attraverso Marketplace, un servizio che permette agli utenti di vendere e comprare oggetti più facilmente.

Come funziona? Basta cliccare sul link dedicato e iniziare la ricerca, digitando il prodotto nella barra dedicata o attraverso le categorie prestabilite. Per acquistarlo, occorre selezionarlo ed inviare un messaggio privato al venditore, accordandosi sul metodo di pagamento.

E per le aziende? Esiste la tab vetrina, uno strumento di vendita sia diretto (acquisto interno a Facebook) che indiretto, che rimanda a siti e-commerce proprietari o a portali di vendite. Un esempio su tutti? Gusella, che dalla sua vetrina di Facebook (non ci crederete, ma l’abbiamo creata noi :)) vende prodotti per bambini, rimandando direttamente al sito internet. Il plus di questo trend? L’accessibilità, le immagini, la semplicità.

Digital trend 2018: ecco perché acquisterete sempre più da facebook e instagram

Gli acquisti saranno sempre più visivi, e si integreranno perfettamente con il trend di un eCommerce – quello dei giorni nostri – che nel 2017 ha visto un aumento delle vendite del 20%, superando i 23 miliardi di euro di valore (Fonte: Netcomm).

Se in Italia oggi si contano circa 21 milioni di acquirenti online è chiaro che il futuro del social eCommerce parlerà la lingua anche di altre piattaforme. Come, ad esempio, Instagram. E’ infatti arrivato da poco in Italia (insieme al freddo, ndr) anche il nuovo tool con il quale le aziende possono inserire informazioni aggiuntive nei propri post organici, come il prezzo e il link alla scheda del prodotto in foto.

Digital trend 2018: Instagram Shopping

Credit: Kate Spade New York

Quando si crea un nuovo post, si può infatti cliccare sui prodotti e aggiungere i tag (si possono taggare fino a 5 prodotti per foto!): non male, soprattutto per chi ama fare shopping e non vuole perdere tempo! Grazie al tag shopping gli utenti possono infatti cliccare sul prodotto e visualizzare la scheda descrittiva con tutte le informazioni necessarie. Non solo: è anche possibile aggiungere il link diretto all’e-commerce, accompagnando il visitatore passo dopo passo, volevamo dire, clic dopo clic.

Con questa funzione è inoltre possibile raccogliere tutti gli articoli taggati (devono essere almeno otto per ottenere questa funzione) nella sezione Shopping presente sul proprio profilo Instagram, nell’area dedicata alla biografia.
Un Case secondo noi molto interessante è quello di Shopbop, brand americano con quasi un milione di follower che rimanda i propri utenti (tra cui noi!) direttamente al sito.

Lo strumento Shopping è gratuito e per ora è riservato solo ai profili business, che possono taggare esclusivamente prodotti fisici. In un’ottica di continua integrazione tra canali social e siti web, però, non è detto che la funzione Shopping non includa un domani anche i servizi, e non solo i prodotti.

Se l’obiettivo del prossimo futuro sarà infatti quello di agevolare l’acquisto degli utenti con un approccio multicanale noi, nel frattempo, resteremo (o proveremo ad essere) multisensoriali. Avendo occhi e orecchie rizzati.


Valeria Di Terlizzi

Bio Valeria Di Terlizzi

Autrice per magazine ed editori di successo come Business Insider, StartUp Italia e il Milanese Imbruttito. E, poi, per Almacreativa.

Commenta

© 2018 Almacreativa. Tutti i diritti riservati.